Passa ai contenuti principali

Strage di via Palestro, Milano 27 luglio 1993 : Verso La Trattativa Stato Mafia

ATTENTATI CONTRO LA
REPUBBLICA

#MenoMaleCheSilvioCè

 
NON DIMENTICA

E CHIEDE GIUSTIZIA


L'esplosione di una autobomba in via Palestro, presso la Galleria d'arte Moderna e il Padiglione di arte contemporanea provocò l'uccisione di cinque persone: i vigili del fuoco Carlo La Catena, Sergio Pasotto e Stefano Picerno, l'agente di polizia municipale Alessandro Ferrari e Moussafir Driss, immigrato marocchino che dormiva su una panchina. Tale attentato viene inquadrato nella scia degli altri attentati del '92-'93 che provocarono la morte di 21 persone (tra cui i giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino) e gravi danni al patrimonio artistico.

Nel maggio 1993 alcuni mafiosi di Brancaccio e Corso dei Mille (Giuseppe Barranca, Gaspare Spatuzza, Cosimo Lo Nigro e Francesco Giuliano) provvidero a macinare e confezionare altro esplosivo in una casa fatiscente a Corso dei Mille, sempre messa a disposizione da Antonino Mangano (capo della famiglia di Roccella); a metà luglio le due balle di esplosivo vennero nascoste in un doppiofondo ricavato nel camion di Pietro Carra (autotrasportatore che gravitava negli ambienti mafiosi di Brancaccio), che le trasportò ad Arluno, in provincia di Milano, insieme a Lo Nigro, che portò con sé una miccia e altro materiale: ad Arluno, Carra e Lo Nigro furono raggiunti da una persona che li condusse in una stradina di campagna, dove scaricarono l'esplosivo. Il 27 luglio Lo Nigro e Giuliano giunsero a Roma, provenendo da Milano, per organizzare anche gli attentati alle chiese di Roma.

La sera del 27 luglio l'agente di polizia locale Alessandro Ferrari notò la presenza di una Fiat Uno (che risulterà poi rubata qualche ora prima) parcheggiata in via Palestro, di fronte al Padiglione di arte contemporanea, da cui fuoriusciva un fumo biancastro e quindi richiese l'intervento dei vigili del fuoco, che accertarono la presenza di un ordigno all'interno dell'auto; tuttavia, qualche istante dopo, l'autobomba esplose e uccise l'agente Alessandro Ferrari e i vigili del fuoco Carlo La Catena, Sergio Pasotto e Stefano Picerno ma anche l'immigrato marocchino Moussafir Driss, che venne raggiunto da un pezzo di lamiera mentre dormiva su una panchina.

L'onda d'urto dell'esplosione frantumò i vetri delle abitazioni circostanti e danneggiò anche alcuni ambienti della vicina Galleria d'arte moderna, provocando il crollo del muro esterno del Padiglione d'Arte Contemporanea. Durante la notte esplose una sacca di gas formatasi in seguito alla rottura di una tubatura causata dalla deflagrazione, che procurò ingenti danni al padiglione, ai dipinti che ospitava e alla circostante Villa Reale.


I collaboratori di giustizia

Le indagini ricostruirono l’esecuzione della strage di via Palestro in base alle dichiarazioni dei collaboratori di giustizia Pietro Carra, Antonio Scarano, Emanuele Di Natale e Umberto Maniscalco: nel 1998 Cosimo Lo Nigro, Giuseppe Barranca, Francesco Giuliano, Gaspare Spatuzza, Luigi Giacalone, Salvatore Benigno, Antonio Scarano, Antonino Mangano e Salvatore Grigoli vennero riconosciuti come esecutori materiali della strage di via Palestro nella sentenza per le stragi del 1993; tuttavia, nella stessa sentenza, si leggeva: «Purtroppo, la mancata individuazione della base delle operazioni a Milano e dei soggetti che in questa città ebbero, sicuramente, a dare sostegno logistico e contributo manuale alla strage non ha consentito di penetrare in quelle realtà che, come dimostrato dall’investigazione condotta nelle altre vicende all’esame di questa Corte, si sono rivelate più promettenti sotto il profilo della verifica “esterna”».


Commenti


PEPPINO VIVE!

PEPPINO VIVE!
CIAORINO LOTTA INSIEME

LE NOTIZIE DAL CIAORINO! CLUB DI PERUGIA

LE NOTIZIE DAL CIAORINO! CLUB DI PERUGIA
CLICCA SU

CROZZA VERSUS

CROZZA VERSUS
IL MEGLIO DELLA SATIRA POLITICA

NEL PAESE CHE VIOLA I DIRITTI UMANI

NEL PAESE CHE VIOLA I DIRITTI UMANI
STRILLONE COMUNICATI : DEL GIORNO
 

 Se ti è Piaciuto  il Post che hai visto

Sostieni CiaoRino e le  

Piattaforme  dello Sharing Culture

CINEMA  TEATRO  CONCERTI  E  AUDIOLIBRI 

TUTTO GRATIS - senza pubblicita' o download

SOSTIENICI DONA 2 EURO

LIBERTA' SENZA COMPROMESSI

LIBERTA' SENZA COMPROMESSI
CIAORINO! CLUB

GLI ULTIMI POST

Calvin Harris & Disciples - How Deep is Your Love -AMA BARBUTO E STAI SILENZIO

AL FESTIVAL DEL FITNESS : CIAORINOCLUB E ACTIONAID PERUGIA

  BUONA VISIONE BENTROVARTI NELLA MIA RUBRICA SU  RINOGAETANO.CLUB "Qui troverai la Selezione dei miei articoli postati su questo blog" CURIOSITA' -ATTENTATI -CRIMINALI ISTITUZIONALIZZATI E TANTO ALTRO CHE FORSE SOLO I TUOI NIPOTI (SE VA COME DEVE ANDARE) STUDIERANNO SUI LIBRI DI STORIA: RICORDA PER I NONNI "GIULIO ANDREOTTI" FU UN CAPO DI GOVERNO PER 27 ANNI CIRCA , PER I NIPOTI FU UN TERRORISTA MAFIOSO ASSASSINO , CONDANNATO IN VIA DEFINITIVA A 30 ANNI PER ASSOCIAZIONE MAFIOSA. TEMPO AL TEMPO E BUONA VISITA DEL BLOG NAPOLI   Le bugie del governo americano su Hiroshima  MAFIOPOLI : CAMPIONE DEL MONDO DI MAFIA, IAQUINTA E LA NDRANGHETA NATO E COSANOSTRA : BENVENUTI IN KOSOVO IL PRIMO STATO MAFIA NEL MONDO  Il Premio Pulizer all'Ombra di Stalin : Walter Duranty ( The New York Times)  REGGIO CALABRIA QUIRINALE 2022 : CIAORINO! CLUB HA UN SOGNO ROSA E LO CONDIVIDE SUL WEB  SUBURRA : lo guardi come un film, ma è una storia vera!  Chi era "Girolamo Savonaro

Fegato spappolato nel karaoke del Ciao Rino Club Vasco Rossi

Pandemia globale: che sia' solo l'inizio della fine? - THIS IS THE END : THE DOORS - CIAORINOCLUB COMPILATION 2023

Profezia Maia a prescindere ascoltiamoci un bel pezzo dei DOORS THIS IS THE END  ULTIM'ORA     |    OGGI AL CINEMA     |      MAFIOPOLI      |      CINE CIAO MAFIA      DIRETTA LIVE     |    UCRAINA     |      OROSCOPO      |    AUDIOLIBRI BENTROVARTI NELLA MIA RUBRICA SU  RINOGAETANO.CLUB "Qui troverai la Selezione dei miei articoli postati su questo blog" CURIOSITA' - ATTENTATI - CRIMINALI ISTITUZIONALIZZATI E TANTO ALTRO   CHE FORSE SOLO I TUOI NIPOTI (SE VA COME DEVE ANDARE) STUDIERANNO SUI LIBRI DI STORIA :   RICORDA  PER I NONNI  "GIULIO ANDREOTTI" FU UN CAPO DI GOVERNO  PER 27 ANNI CIRCA ,  PER I NIPOTI  FU UN TERRORISTA MAFIOSO ASSASSINO ,  CONDANNATO IN VIA DEFINITIVA   PER ASSOCIAZIONE MAFIOSA . TEMPO AL TEMPO E BUONA VISITA DEL BLOG NAPOLI   Le bugie del governo americano su Hiroshima  MAFIOPOLI : CAMPIONE DEL MONDO DI MAFIA, IAQUINTA E LA NDRANGHETA NATO E COSANOSTRA : BENVENUTI IN KOSOVO IL PRIMO STATO MAFIA NEL MONDO  Il Premio Pulizer all&

Il Retweet del giorno : 25 gennaio 2023 lo Strillone Versus Matteo Renzi

 

Lo Strillone della sera del 25 gennaio 2023 per Ciao Rino Club

Leggi l'articolo clicca su Mamma si addormenta mentre allatta: neonato di tre giorni muore soffocato tra le sue braccia Il dramma lo scorso 7 gennaio: l'intero reparto di ginecologia si è risvegliato per le urla disperate della madre, una ragazza di 30 anni vai all'articolo clicca qui intervento in  60" de Lo Strillone

La Buona Domenica a tutti i visitatori del Blog del 🎩 CiaoRino❗con il Tweet de lo STRILLONE Barbutista del mattino

Vai al tweet CLICCA QUI  Leggi dalla stampa sul web di questa family massons   

STRILLONE NAZI HUNTERS

WELCOME TO CIAO RINO ! A CACCIA DI GERARCHI Secondo i documenti dell' FBI, Hitler avrebbe vissuto per un certo periodo di tempo in una villa, protetta nei pressi di Bariloche:  la Casa Inalco .  Il nascondiglio perfetto.  Guarda il video 👇 Si tratta, di una residenza a diversi chilometri dalla città, circondata da 180 ettari di fitta foresta e accessibile solo dal lago, nei pressi del quale si trovano due isolette che ne nascondo la vista.  Nessuna strada raggiunge la villa. Tutto quello che si sa è che tutto quel terreno venne acquistato nel 1940 da Jorge Antonio, capo della Mercedes Benz in Argentina, uno dei primi nazisti ad essersi trasferito qui. Adolf Hitler il cancelliere tedesco che dichiarò guerra al mondo  La residenza venne completata nel 1945 e poi non se ne sentì più parlare. Ciò che sappiamo oggi  è che la villa risulta essere proprietà privata e che gli attuali proprietari, dei quali non si sa assolutamente nulla, non rilasciano permessi di alcun

COSANOSTRA , LO STRILLONE ANTIMAFIA : il pentito Riggio: “Ex poliziotto ‘il Turco’ mise esplosivo sotto l’autostrada” - STRAGE DI CAPACI

Una ultima verità su quanto accaduto il 23 maggio del 1992, giorno dell’attentato a Giovanni Falcone, arriva dal pentito Pietro Riggio, che ha deciso di parlare di nuovo della strage di Capaci. Ha raccontato di un poliziotto che gli avrebbe confidato di aver messo dell’esplosivo nel canale di scolo dell’autostrada dove sarebbe passato Falcone, sua moglie e gli agenti di scorta . [ continua su: https://www.fanpage.it/attualita/strage-di-capaci-il-pentito-pietro-riggio-ex-poliziotto-mise-lesplosivo-sotto-lautostrada/ ] C’era un poliziotto tra gli uomini che hanno piazzato l’esplosivo sotto l’autostrada di Capaci? Lo sostiene un pentito che aveva una doppia vita: agente della polizia penitenziaria di giorno, e mafioso del clan di  Caltanissetta  di notte. Un nuovo pezzo di puzzle si aggiunge ai tanti misteri rimasti sullo sfondo della  strage di Giovanni Falcone . È il verbale di un ex mafioso che dal 2009 collabora con la giustizia. Come scrive oggi  Repubblica , il collab

I Miei Sogni D'Anarchia - RINO GAETANO

DA YOUTUBE : NATALE IN CASA CUPIELLO

DA YOUTUBE  : NATALE IN CASA CUPIELLO
ORA SU BILLACCIO.COM - LA COMMEDIA TEATRALE DEL MESE

CONTRO IL CARO BOLLETTE

CONTRO IL CARO BOLLETTE
UN #PARLAMENTARI LADRI PER OGNI KILOMENTRO

Il Presidente del CiaoRino! al Popolo d'Italia

PIU' VISTI DA SEMPRE

Ma il cielo è sempre più blu - video tv di Rino Gaetano

TESTO Chi vive in baracca, chi suda il salario  Chi ama l'amore e i sogni di gloria  Chi ruba pensioni, chi ha scarsa memoria  Chi mangia una volta, chi tira al bersaglio  Chi vuole l'aumento, chi gioca a Sanremo  Chi porta gli occhiali, chi va sotto un treno  Chi ama la zia, chi va a Porta Pia  Chi trova scontato, chi come ha trovato  Na na na na na na na na na na Ma il cielo è sempre più blu   Ma il cielo è sempre più blu VIDEO CLIP LIVE (VERSIONE INTEGRALE) Chi sogna i milioni, chi gioca d'azzardo   Chi gioca coi fili chi ha fatto l'indiano  Chi fa il contadino, chi spazza i cortili  Chi ruba, chi lotta, chi ha fatto la spia  Na na na na na na na na na na Ma il cielo è sempre più blu   Il cielo è sempre più blu Chi è assunto alla Zecca, chi ha fatto cilecca   Chi ha crisi interiori, chi scava nei cuori  Chi legge la mano, chi regna sovrano  Chi suda, chi lotta, chi ma

Sanremo 1978 - Rino Gaetano è il GENIO INCONTRASTATO DEL MILLENNIO - CIAORINOCLUB

Si racconta che il GRANDE RINO non avesse poi tanta voglia di tornare sul palco e replicare il suo successo. "Ricordiamo che Rino in quegli anni  era amato dal pubblico italiano, come un vero e proprio "eroe nazionale" (un cannavaro degli anni 2000- tanto per dirla brutalmente nella forma piu comprensibile possible a "tutti" i  nostri contemporanei) , (RINO però) emblema di liberta e paladino della giustizia attraverso le sue canzoni e maestro di irriverenza contro una classe dominante "ladra e corrotta", verso la quale MANIFESTO ERA  tutto il suo sdegno, non a caso si  "presenta sul palco all'ariston" con un asciugamani sulle spalle, nel momento "solenne" della premiazione. (notatelo amici) Eventi simili possono accadere solo una volta!   RINO VIVE! GIANNA testo Gianna Gianna Gianna sosteneva, tesi e illusioni Gianna Gianna Gianna prometteva, pareti e fiumi Gianna Gianna aveva un coccodrillo, ed un dottore Gianna

Ad esempio a me piace il sud - Rino Gaetano

GUARDA ORA IL VIDEO Ad esempio a me piace il sud (testo) Ad esempio a me piace la strada col verde bruciato, magari sul tardi macchie più scure senza rugiada coi fichi d'India e le spine dei cardi Ad esempio a me piace vedere la donna nel nero nel lutto di sempre sulla sua soglia tutte le sere che aspetta il marito che torna dai campi Ma come fare non so Si devo dirlo ma a chi Se mai qualcuno capirà sarà senz'altro un altro come me Ad esempio a me piace rubare le pere mature sui rami se ho fame e quando bevo sono pronto a pagare l'acqua, che in quella terra è più del pane Camminare con quel contadino Che forse fa la stessa mia strada parlare dell'uva, parlare del vino che ancora è un lusso per lui che lo fa Ma come fare non so Si devo dirlo ma a chi? Se mai qualcuno capirà sarà senz'altro un altro come me Ad esempio a me piace per gioco tirar dei calci a una zolla di terra passarla a dei bimbi che intorno al fuoco ca

CAMPAGNA ADESIONE 2023

CAMPAGNA ADESIONE 2023
CIAORINOCLUB

ENTRA IN CIAORINO!

ENTRA IN CIAORINO!
LO STRILLONE TI ASPETTA (CLICCA SU)

L'ULTIMO FILM SU ALDO MORO

L'ULTIMO FILM SU ALDO MORO
CHE MUTA LA VERITA' FINO AD OGGI CONOSCIUTA