30 gen 2021

LA CAMERA DEI DEPUTATI E LA STORIA DEI SISTEMI ELETTORALI


 PER I PRIMI 75 ANNI :

Periodo repubblicano

Dal 1948 al 1993 la Camera
era eletta mediante un sistema
proporzionale puro.

E l'ITALIA era QUARTA POTENZA ECONOMICA NEL MONDO.

On. Aldo MORO ( Presidente della Democrazia Cristiana)
.
Con l'avvento della Seconda Repubblica:
Dal 1993 si passò ad un sistema elettorale prevalentemente maggioritario (#leggeMattarella): il 75% dei deputati (ossia 475) veniva eletto con un sistema di tipo maggioritario: in ciascuno dei 475 collegi uninominali in cui era diviso il territorio italiano, veniva eletto solo chi in essi raccoglieva il maggior numero di voti, mentre il restante 25% dei seggi veniva eletto con un sistema proporzionale, corretto con un meccanismo per favorire i partiti perdenti nei collegi uninominali, ma con uno sbarramento per i partiti che non superavano il 4% dei voti.
Nel 2006, dopo tre legislature, è stata applicata una nuova legge proporzionale, senza possibilità di indicare preferenze fra i candidati ma solo a una lista, corretta con un premio per la coalizione di maggioranza relativa (ottiene 340 seggi, se non riesce a ottenerne un numero superiore), e sono stati assegnati per la prima volta dei seggi per gli eletti dai cittadini #residentiallestero.
Nel 2015 la #leggeCalderoli, già dichiarata parzialmente incostituzionale l'anno precedente, fu definitivamente sostituita dal cosiddetto #Italicum, di impianto proporzionale,
seppur corretto, a doppio turno con ballottaggio. La #nuovalegge prevede una combinazione di capilista "bloccati" e preferenze, oltre a mantenere il #premiodimaggioranza di 340 seggi alla lista (non più alla coalizione) che raggiunga almeno il 40% dei voti o che vinca all'eventuale ballottaggio.
In seguito è entrata in vigore la #legge165/ 2017 che, con il decreto di attuazione (d.lgs. 189/2017), istituisce un complesso sistema misto di proporzionale (basato su piccoli collegi e liste bloccate) e uninominale, a prevalenza proporzionale. Il base al nuovo sistema elettorale, 232 deputati sono eletti con un sistema maggioritario nell'ambito di altrettanti collegi uninominali e 386 con un sistema proporzionale. La soglia di sbarramento, determinata tuttavia su base nazionale, esclude dalla ripartizione dei seggi le liste che ottengano meno del 3% dei voti validi. Non è ammesso il voto di preferenza, cosicché i candidati sono eletti semplicemente secondo l'ordine con il quale compaiono nella lista, né il voto disgiunto, che invalida la scheda elettorale.....
Silvio Berlusconi (ex Cavaliere, leader di Forza Italia, partito di governo fondato da Marcello dell'Utri: 7 anni per mafia sentenziati dalla Cassazione)

<< IN BUONA SOSTANZA >>
...DA 30 ANNI bivaccano in #parlamento,
e le poche leggi che fanno,
MIRANO A DECURTARE LA #SOVRANITA' AL #POPOLO DELEGITTIMANDO
(GIà solo con lo loro presenza fisica)
LE ISTITUZIONI
(dal loro interno).

Nessun commento:

Posta un commento

Ciao e Benvenuta/o
Lascia un tuo commento o suggerimento e grazie di essere passata a trovarci.... CiaoRino!

Cosa nostra potrebbe aver manipolato alti dirigenti di ppss?

PONGO - Film per Bambini

  Pongo  è un cane ricchissimo, che vive in una casa con tutti i lussi possibili. Un giorno viene contattato da un'azienda, a capo della...