8 giu 2021

STORIA DELLA DIECI MILA LIRE ITALIANA

 La banconota da 10 000 lire era uno dei tagli di cartamoneta circolanti in Italia prima dell'introduzione dell'euro.

16/22 giugno 

CiaoRino Club Perugia




Il testo di legge che regolava gli istituti di emissione dell'aprile 1910 limitava al taglio di lire 1000 la possibilità di emettere banconote.

Poco dopo la fine della Seconda guerra mondiale, con un decreto ministeriale del 3 agosto 1945, la Banca d'Italia fu autorizzata all'emissione provvisoria di titoli al portatore che permettessero di far fronte alle esigenze. La Banca d'Italia emise quindi dei "titoli provvisori" da 5 000 e 10 000 lire che erano equivalenti come potere liberatorio ai biglietti a corso legale. Nel titolo provvisorio da 10 000 lire sono riprodotte "con procedimento numismatico" due teste muliebri rivolte entrambe verso il centro, raffiguranti quella a sinistra un profilo di Cerere e quella destra il profilo dell'Italia. Colore rosso carminio. Dimensioni: 205 mm× 60 mm (cornice rettangolare compresi i margini). Carta: bianca filigranata. Officina: Officina della Banca d'Italia. N. pezzi autorizzati: 7 450 000. Normativa: D.M. 3 agosto 1945; D.M. 17 novembre 1947. Solo con la legge 1273 del 7 ottobre 1948 fu autorizzata l'emissione di banconote di questi tagli.

Prima serie: Dante

La prima apparizione del taglio da 10 000 lire avvenne nel 1948. Il biglietto sarebbe stato emesso fino al 1963.

Sul recto la banconota presenta colorazione d'insieme rosso giallastra. Il disegno è composto da una decorazione di stile rinascimento stampata in tipografia e dal gruppo allegorico Genova e Venezia, in colore bruno rossiccio, stampato in calcografia. Sui lati perpendicolari, al di fuori della riquadratura del biglietto, è impresso un fregio eseguito a "guilloche" indicante il valore 10 000 in cifre fantasia, stampato in colore giallastro. In filigrana compaiono, nei due medaglioni risparmiati dalla stampa, i busti di Michelangelo e di Galileo Galilei.

Sul verso, nella parte centrale, entro un medaglione, è impressa in rosso carminio la riproduzione in calcografia di una testa raffigurante il profilo di Dante.

Il bozzetto è di Giovanni Capranesi. Incisione di Andrea Bianchi. Dimensioni: 246 mm × 125 mm (compresi i margini); 231,5 mm × 111 mm (la parte cromatica. Carta: bianca di impasto ad alte caratteristiche, filigranata. Caratteristiche tecniche: stampate in tipografia e calcografia. Officina: Officina della Banca d'Italia. N. pezzi autorizzati: 495 000 000 Normativa: D.M. 7 maggio 1948

Seconda serie: Michelangelo

In seguito, ebbe grande fortuna e longevità la celebre banconota rosa raffigurante Michelangelo (prima emissione 1962; ultima emissione 1977). Sul recto in filigrana compare, nell'ovale di sinistra, il busto del Davide di Michelangelo, nell'ovale di destra il busto di Michelangelo. Sul verso è rappresentata una veduta di piazza del Campidoglio a Roma. Il bozzetto è di Florenzo Masino Bessi. Incisione: Mario Baiardi Dimensioni: circa 158 mm × 78 mm (compresi i margini bianchi); circa 146 mm × 65,5 mm (la parte cromatica) Carta: filigranata bianca di impasto ad alte caratteristiche Caratteristiche tecniche: stampato in calcografia e offset-secca Officina: Officina della Banca d'Italia N. pezzi autorizzati: 1 519 200 000 Normativa: D.M. 12 aprile 1962

Terza serie: ritratto di uomo di Andrea del Castagno

Sul recto, o fronte, è rappresentato un busto maschile riproducente il Ritratto di un uomo a mezzo busto del pittore rinascimentale Andrea del Castagno, originale conservato nel National Gallery di Washington, il leone alato di San Marco, simbolo di Venezia, sovrastante gli stemmi di GenovaPisa e Amalfi. A destra, in filigrana a punto fisso, è raffigurato lo stesso busto.

Sul verso, o retro, sono rappresentati degli elementi architetturali: le pietre bugnate a diamante e parte dell'entrata della Chiesa del Gesù Nuovo di Napoli.

  • Le dimensioni della banconota sono: circa 133 mm × 70 mm
  • Il bozzetto è di Giovanni Pino, incisione di Trento Cionini
  • La carta è filigranata, lievemente colorata, di impasto speciale, ad alte caratteristiche, contenente fibrille luminescenti e un filo di sicurezza svolgentesi in senso verticale.
  • Caratteristiche tecniche: stampato in calcografia e in letter-set
  • Officina: Officina della Banca d'Italia
  • Numero pezzi autorizzati: 1 170 400 000
  • Normativa: decreto ministeriale del 25 agosto 1976
Quarta serie: Volta

Le banconote della quarta serie rappresentano sul recto a destra, il "Ritratto di Alessandro Volta", da un'incisione di Giovita Garavaglia conservata a Roma presso il Gabinetto Nazionale delle Stampe, oltre alla riproduzione del modello della pila, custodita, assieme ad altri cimeli, nel Tempio Voltiano di Como. La filigrana, a punto fisso, è costituita da tre elementi: nella parte sinistra del biglietto compare la stessa testa di Alessandro Volta; nella zona immediatamente sottostante è riportato, in filigrana a linea chiara, il monogramma "BI" compreso tra motivi ornamentali; a destra sono riprodotti, con effetto chiaroscuro, elementi geometrici adiacenti l'uno all'altro, di forma rettangolare, con il lato maggiore disposto in direzione verticale. Sul verso è rappresentata una veduta Tempio Voltiano di Como, edificio di stile neoclassico, eretto nel 1927 in occasione delle celebrazioni per il centenario della morte di Volta, dove sono conservati cimeli e altre testimonianze sullo scienziato.

Il bozzetto fu di Giovanni Pino, l'incisione di Alberto Canfarini e Franco Zannotti. La banconota aveva dimensioni di 133 mm × 70 mm; la carta era filigranata, lievemente colorata, di impasto speciale ad alte caratteristiche, contenente fibrille luminescenti e un filo di sicurezza svolgentesi in senso verticale. Il biglietto era stampato in calcografia e offset secco e umido dall'Officina della Banca d'Italia. Ne vennero autorizzati: 3 200 000 000 pezzi (D.M. 3 settembre 1984).


Lo Sharing Culture di Ciao Rino Club




PINO DANIELE : LE PIU' BELLE CANZONI

SIAMO NEL SEMESTRE BIANCO: CIAO RINO CLUB SOGNA IN ROSA #QUIRINALE2022

SIAMO NEL SEMESTRE BIANCO: CIAO RINO CLUB SOGNA IN ROSA #QUIRINALE2022
SI DOVREBBE PARLARE DEL PROSSIMO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA CHE CIAO RINO SOGNA POSSA ESSERE UNA FIGURA DONNA DELLA SOCIETA' CIVILE CAPACE E DETERMINATA QUANTO ACCORTA E GARBATA CON MILIONI DI FOLLOWER REALI E SOSTENITORI CHE APPOGGEREBBERO CERTAMENTE LA SUA CANDIDATURA SE I CITTADINI ITALIANI POTESSERO VOTARE DIRETTAMENTE LA LORO CAPO DELLO STATO. SPERIAMO CHE I PARLAMENTARI - SOPRATTUTTO I PIU' PURI - ABBIANO MODO DI ESSERE ILLUMINATI E DI RALIZZARE UN SOGNO DI QUIRINALE ROSA PER TUTTI GLI ITALIANI #CIAORINO #QUIRINALE2022

GOVERNO RENZI, ABOLITA LA FORESTALE: BOSCHI DISTRUTTI E 20 MILIONI DI ANIMALI ARSI VIVI.

GOVERNO RENZI, ABOLITA LA FORESTALE: BOSCHI DISTRUTTI E  20 MILIONI DI ANIMALI ARSI VIVI.
UNA STRAGE INDOTTA DA PESSIME SCELTE POLITICHE, NON SI DISCUTE SULLE STRAGI DI ANIMALI DOPO AVER PERDUTO GRAN PARTE DEL NOSTRO PREZIOSO PATRIMONIO BOSCHIVO, IN UNA ESTATE IN CUI LE FIAMME "DELLE MAFIE" HANNO AVUTO LA MEGLIO SUI NOSTRI POVERI VIGILI DEL FUOCO, SOTTO ORGANICO E MALE EQUIPAGGIATI IN BUONA PARTE DEI CASI IN CUI SONO STATI CHIAMATI AD INTERVENIRE. LA DOMANDA NASCE SPONTANEA: PERCHE' ACCADE QUESTO DA QUANDO NOMINIAMO AI MASSIMI VERTICI DELLE ISTITUZIONI DELI "PINCO PALLINO QUALUNQUE"?

RINO GAETANO : I MIEI SOGNI DI ANARCHIA

RINO GAETANO : "I MIei Sogni di Anarchia" (video canzone + testo)

    testo E lei viveva nei suoi sogni e la sua voglia di imparare In fretta il metodo inglese e cucinare e fare l'amore Lei impazziva pe...

FABRIZIO DE ANDRE' : I SUCCESSI

ADOTTA UN BAMBINO ORA CON

VADO AL MASSIMO A TUTTO VASCO


Gli ultimi post


Ma il Cielo è sempre più Blu - TUTTO RINO

LIBERTA' PER PATRICK E TUTTI I BLOGGER DEL MONDO

LIBERTA' PER PATRICK E TUTTI I BLOGGER DEL MONDO
LA PRESIDENZA DEL CIAO RINO CLUB TI INVITA ACCORATAMENTE A FIRMARE LA PETIZIONE E COINVOLGERE TUTTI I TUOI CONTATTI SOCIAL A FARE LO STESSO. GRAZIE PER L'ATTENZIONE BUON PROSEGUO.

LUCIO BATTISTI: INTRAMONTABILE

Post del Mese

CIAO RINO CLUB 4 I SORCINI

CHI L'HA VISTO ( Le puntate)

INCREDIBILE OPPOSIZIONE TOUR 1994

STRAGI MAFIOSE'93: INDAGATO BERLUSCONI

STRAGI MAFIOSE'93: INDAGATO BERLUSCONI
MA NESSUNA TV, RADIO O TELEGIONARLE NE PARLA : OIBO' CHE FATTO STRANO.

FRANCESCO DE GREGORI : LE CANZONI

Post dell'Anno

ADRIANO CELENTANO : LE CANZONI

SPENDI SPANDI EFFENDI: 124 VOLI DI STATO IN 11 MESI PER PAURA DEL VIRUS

SPENDI SPANDI EFFENDI: 124 VOLI DI STATO IN 11 MESI PER PAURA DEL VIRUS
Tanto è costata agli italiani la Presidente del Senato Elisabetta Casellati in forza a "forza italia"

SIMONE CRISTICCHI : IL CANTAUTORE


MINA "LA VOCE FEMMINILE D'ITALIA"

IL PROGETTO MADRE DEL CIAO RINO CLUB

IL PROGETTO MADRE DEL CIAO RINO CLUB
COMBATTERE LA FAME E LA POVERTA'