IL PENTITO CHE ACCUSA GIORGIA MELONI DI AVER PAGATO UN CLAN DI ZINGARI MAFIOSI AL CAMBIO DI VOTI


La testimonianza arriva direttamente dal collaboratore di giustizia Agostino Riccardo, che davanti ai pm antimafia romani, ha raccontato come nel 2013 – secondo quanto rivela la Repubblica – Fratelli d’Italia avrebbe fatto avere al clan nomade Travali 35 mila euro per comprare voti e attaccare manifesti a favore di Pasquale Maietta, ex tesoriere di Fdl alla Camera. Maietta ha legami di vecchia data con il boss Costantino “Cha Cha” Di Silvio, quest’ultimo coinvolto nel processo Olimpia sulla costruzione di tre organizzazioni criminali. Un affare che coinvolgerebbe anche Giorgia Meloni: «Maietta ha detto alla Meloni che c’era bisogno di pagare i ragazzi presenti per la campagna elettorale e la Meloni ha risposto: ‘Dì a questi ragazzi che ne parlino con il mio segretario”», ha raccontato Riccardi. I ragazzi a cui si riferiva facevano parte di un clan di Latina che la Dda di Roma considera mafioso.

IMPORTANTE VIDEO

CHE TENTANO DI CENSURARE

GUARDALO SUBITO!!!


Chiediamo insieme il "modello Cinese" contro la "corruzione politica", dopo aver sperimentato il "lockdown alla cinese" nulla deve spaventarci. 

articoli correlati:

HA DATO 35 MILA EURO AD UN CLAN

DDA: SOLDI AL CALN NOMADE IN CAMBIO DI VOTI

SOLDI AL CCLAN PER AVERE I VOTI : INFORMATIVA DELL'ANTIMAFIA