19 dic 2020

EXODUS - BOB MARLEY 1977 - FULL ALBUM


 Exodus è un album del cantautore reggae giamaicano Bob Marley, registrato a Londra nel 1977 per la casa discografica Island Records. Il cantante si era trasferito a Londra dopo essere scampato ad un tentato omicidio avvenuto il 5 dicembre 1976, mentre si trovava nella sua abitazione di Kingston, in Giamaica. Il titolo quindi ha un doppio significato in quanto si riferisce sia all'esodo del popolo eletto che alla sua posizione politica contro il Primo Ministro Michael Manley: allo slogan elettorale di quest'ultimo "We konw where we are going", Marley rispose componendo Exodus. Nell'aggressione, anche la moglie rimase ferita da un colpo di arma da fuoco ed entrambi furono trasferiti in Gran Bretagna il giorno dopo. Altre tracce dell'album come So Much Thing to Say, The Heaten, Guiltiness e Jammin', hanno chiari riferimenti a quanto gli era accaduto.

"Nessun proiettile ci può fermare / Non supplicheremo e non ci piegheremo / Non possono comprarci né venderci / La tua vita vale più dell'oro." (Jammin')



Uscito il 3 giugno 1977, è considerato dai critici il miglior disco di Bob Marley, il profeta del reggae morto nel 1981, ed uno dei più rappresentativi dell'intero genere. Rimase nelle classifiche di vendita britanniche per 56 settimane, grazie anche al successo internazionale del singolo Jammin'. Nelle sue liriche, soprattutto nelle celebri canzoni ExodusOne Love e The Heathen (i pagani), il disco affronta complessi temi politici, razziali e religiosi.

Solo un mese dopo, nel luglio del 1977, gli verrà diagnosticato il melanoma che entro pochi anni lo porterà alla morte.